Earnings season: five stocks on Goldman’s radar

Earnings season is underway. Now’s the time to take a look at some stocks that could provide investors with more than the Wall Street consensus would tell you.

US earnings season Q3 2021

Goldman reviews earnings season stocks

Sometimes investors like to break away from the pack. To dare is to do.

It’s all about spotting opportunities from stocks that may be overlooked by Wall Street.

As reported by CNBC, Goldman Sachs has been scanning Wall Street for stocks it believes hold promise for investors looking for something different this earnings season.

Earnings season began in earnest this week with major US banks leading the charge as always. You can use our earnings season calendar to see which megacaps are reporting this quarter and when.

In a note to investors published on Wednesday, Goldman said it expects stocks to rise 6% this quarter. Its spotlighted stocks, however, could offer upsides of 14%.

The investment bank deployed a fairly complex methodology when analysing Q3 2021 earnings season stocks. 1,000 companies in Goldman Sachs’ coverage universe were scanned at the 25 best opportunities were selected when considering EPS of $5 per share over the next four quarters.

After this, the results were filtered through analysts which were above or below Thomson Reuters’ consensus for the upcoming quarter, and the year ahead, “on a key financial metric.”

“Single stock put-call skew is at its highest level in over a year,” Goldman said, encouraging investors to make out-of-money calls on its out-of-consensus stock picks. “Given investors are well hedged, even modest earnings beats are likely to drive a relief rally in specific stocks (on earnings day) and the broad index (over the next three months).”

The out-of-consensus stocks to pick

Please note these are only Goldman Sachs’ recommendations – not hard and fast must-buys. Only invest if you are comfortable with the risk of potential capital loss.

The top five stocks Goldman has selected to watch this earnings season are:

  • Uber
  • Signature Bank
  • Yeti
  • Bank of America Corp
  • Lowe’s

Let’s start with Uber. The ride-hailing service burst onto the scene several years ago as a taxi industry disruptor. Goldman’s Eric Sheridan thinks the app can deliver a 37% upside over the coming year. Sheridan’s earnings estimates put Uber 20% higher than Wall Street consensus right now too.

The idea is that if Uber can close the supply/demand gap, then this should lead to normalised ride pricing, higher demand in general, and thus pre-pandemic profits.

Outdoor retailers Yeti could offer even better upsides than Uber. Goldman considers Yeti a “growth compounder with best in class authentic brand positioning.” It could deliver upsides of 44% if Goldman is on the money. In terms of EPS, Yeti’s could be 8% higher than analysts think in the third quarter and 3% higher in the next.

Investment banks are usually amongst the first to start reporting on Wall Street come earnings season. It’s certainly true this year. Of these, Goldman flags Bank of America as the one to keep an eye on. Goldman’s analysis puts BoA’s upside at 7% – some 10% higher than consensus.

Bank of America’s potential has been pegged to “significant remixing of cash into securities” by Goldman.

Smaller banks are represented by Signature Bank. Ryan Nash, a Goldman stock analyst, forecasts earnings-per-shares to come it at 7% higher than Wall Street forecasts this quarter and 5% for the next four. Signature is on course for a revenue-beating Q3, driven by an acceleration in loan growth.

Rounding off Goldman’s section of potentially consensus-beating stocks is Lowe’s. The DIY probably benefitted more than most from the pandemic last year, but this quarter it could offer investors an upside of 12%.

Goldman’s Kate McShane said Lowe’s position is stronger now than in the last 6-12 months, thanks to bringing forward its seasonal inventory purchases.

La settimana che ci aspetta: In primo piano i verbali del Federal Open Market Committee, gli utili di Walmart, e i prossimi dati del PMI

Questa settimana le catene americane di discount Walmart e Target, e i negozi di articoli per la casa Home Depot e Lowe’s relazioneranno sui loro utili. Quest’anno, con l’eccezione di Target, queste azioni hanno avuto prestazioni decisamente migliori rispetto all’indice S&P 500. Anche le prospettive di politica monetaria globale vedranno un aggiornamento questa settimana, grazie ai verbali del Federal Open Market Committee, della Banca Centrale Europea e della Reserve Bank of Australia, mentre gli indici Flash PMI di agosto contribuiranno a dare un’idea delle prospettive di crescita per il terzo trimestre.

Utili: Walmart, Target, Home Depot, Lowe’s

Le catene di discount Walmart e Target, e i negozi di articoli per la casa Home Depot e Lowe’s hanno avuto rialzi considerevoli dopo la caduta del mercato a marzo. Rispetto ai valori di apertura del 2020, Walmart è in guadagno dell’11%, anche se questo valore è basso se confrontato alla crescita del 28% di Home Depot e dell’ascesa di Lowe’s del 30%. Target rappresenta l’unica eccezione, anche se con guadagni da inizio anno pari al 5% il titolo sta ancora facendo leggermente meglio rispetto alla maggior parte del mercato.

Stando agli analisti della Bank of America, Target e Walmart potrebbero registrare forti utili grazie a maggiori flussi di entrate, a un passaggio tempestivo all’eCommerce, e alla contrazione della spesa – con il primo trimestre che si è fatto carico dei costi legati al Covid.

Home Depot e Lowe’s hanno registrato maggiori guadagni, e gli investitori hanno scommesso su una forte domanda da parte dei consumatori che hanno riempito le case nelle quali sono stati costretti a restare per mesi. Entrambi le aziende sono riuscite a restare aperte nel primo trimestre, mentre altre attività hanno dovuto chiudere, il che ha determinato la crescita del giro d’affari. I mercati osserveranno se questo effetto è stato mitigato nel secondo trimestre nel suo complesso, dal momento che altre aziende hanno riaperto i battenti.

I verbali del Federal Open Market Committee e la relazione della Banca Centrale Europea

Questa settimana riceveremo molte informazioni sullo stato d’animo attuale delle banche centrali mondiali, grazie agli ultimi verbali delle riunioni del Federal Open Market Committee, della Banca Centrale Europea e della Reserve Bank of Australia.

La Fed, la BCE e la RBA hanno tutte mantenuto invariate le loro politiche nelle loro più recenti riunioni, al contempo ribadendo il loro impegno a fare tutto il necessario per supportare l’economia. I verbali forniranno maggiori informazioni sulle prospettive di ciascun ente, e su quanto i decisori delle politiche sono preoccupati riguardo ad una possibile seconda ondata di contagi.

Gli indici Flash PMI permetteranno di dare forma alle previsioni sul terzo trimestre

Ora che i dati sul prodotto interno lordo del secondo trimestre nelle principali economie del mondo sono disponibili (almeno in forma preliminare), l’attenzione potrà rivolgersi sulla previsione per il terzo trimestre. La prossima serie di Flash PMI da Markit coprirà il mese di agosto, e aiuterà a modellare le aspettative relative alla velocità della ripresa in questo trimestre.

Verranno rilasciati per l’Eurozona, per il Regno Unito e per gli Stati Uniti gli ultimi dati sul manifatturiero, sui servizi e gli indicatori compositi. Le letture di luglio sugli indicatori compositi indicano che l’attività economica nell’Eurozona si è espansa al ritmo più elevato degli ultimi due anni, mentre l’incremento nel Regno Unito è stato il più alto da giugno 2015.

Inflazione nel Regno Unito e vendite al dettaglio

La crescita dei prezzi nel Regno Unito è stata leggermente superiore alle previsioni a giugno, passando dallo 0,5% allo 0,6% su base annua rispetto alle aspettative di un decremento dello 0,4%. Tuttavia, l’inflazione è tuttora ai livelli più bassi da quattro anni a questa parte, e gli analisti non ritengono che l’aumento di giugno sia da leggere come l’inizio di un trend costante verso l’alto. Si prevede che le potenzialità non utilizzate nell’economia mantengano un freno alla crescita dei prezzi, o addirittura che il tasso rallenti ulteriormente.

Le vendite al dettaglio hanno mostrato un aumento maggiore del previsto a giugno, con un balzo del 13,9% sul mese, che fa seguito a un aumento del 12,3% a maggio. Nonostante questi dati positivi, molti negozi hanno recentemente annunciato tagli ai posti di lavoro. I dati del British Retail Consortium indicano un’ulteriore crescita delle vendite a luglio, ma con il mercato dell’online che ancora fa la parte del leone, la minaccia sui negozi tradizionali del Regno Unito rimane intatta.

In evidenza su XRay questa settimana

Leggi il programma completo dell’analisi e formazione del mercato finanziario.

07.15 UTC Daily European Morning Call
12.00 UTC 17⁠-⁠⁠Aug Master the Markets
From 15.30 UTC 18-⁠⁠Aug Weekly Gold, Silver, and Oil Forecasts
17.00 UTC 19-⁠⁠Aug Using candlestick charts to form the basis of your trading analysis
17.00 UTC 20⁠-⁠⁠Aug Election2020 Weekly

I principali rapporti sugli utili di questa settimana

22.30 GMT 17-Aug BHP Billiton – Q4 2020
Pre-Market 18-Aug Walmart – Q2 2021
Pre-Market 18-Aug Home Depot – Q2 2020
Pre-Market 19-Aug Lowe’s Companies – Q2 2020
Pre-Market 19-Aug Target Corp – Q2 2020
After-Market 19-Aug NVIDIA – Q2 2021
After-Market 20-Aug Ross Stores – Q2 2020

Eventi economici principali

Presta attenzione agli eventi più importanti sul calendario economico di questa settimana:

01.30 GMT 18-Aug RBA Monetary Policy Meeting Minutes
06.00 GMT 19-Aug UK Inflation
14.30 GMT 19-Aug US EIA Crude Oil Inventories
18.00 GMT 19-Aug US FOMC Meeting Minutes
11.30 GMT 20-Aug ECB Monetary Policy Meeting Accounts
12.30 GMT 20-Aug US Weekly Jobless Claims
14.30 GMT 20-Aug US EIA Natural Gas Storage
06.00 GMT 21-Aug UK Retail Sales
07.15 – 08.00 GMT 21-Aug Eurozone Flash PMIs (Composite, Manufacturing, Services)
08.30 GMT 21-Aug UK Flash PMIs (Composite, Manufacturing, Services)
12.30 GMT 21-Aug Canada Core Retail Sales
13.45 GMT 21-Aug US Flash Manufacturing PMI

CySEC (Europa)

Prodotto

  • CFD
  • Negoziazione di azioni
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Compensazione FSCS per l’Investitore fino a EUR 20.000
  • Copertura assicurativa da €1.000.000**
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com, gestito da Safecap Investments Limited (“Safecap”) Regolamentato dalla CySEC con licenza numero 092/08 e dalla FSCA con licenza numero 43906.

FSC (Globale)

Prodotto

  • CFD
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Verifica elettronica
  • Protezione dal Saldo Negativo
  • Copertura assicurativa da $1.000.000**

Markets.com, gestito da Finalto (BVI) Limited (“Finalto BVI”) Tiene la licencia número SIBA/L/14/1067 regolamentato dalla B.V.I Financial Services Commission (“FSC").

FCA (Gran Bretagna)

Prodotto

  • CFD
  • Le spread bet
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Indennizzo agli investitori della FSCS fino a GBP85.000. *a seconda di criteri ed idoneità
  • Copertura assicurativa da £1.000.000**
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com gestito da Finalto Trading Limited Regolamentato dalla Financial Conduct Authority (“FCA”) con licenza n.607305

ASIC (Australia)

Prodotto

  • CFD

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Verifica elettronica
  • Protezione dal Saldo Negativo
  • Copertura assicurativa da $1.000.000**

Markets.com, gestito da Finalto (Australia) Pty Limited Detiene una licenza per i servizi finanziari australiana n. 424008 ed è regolamentata nella fornitura di servizi finanziari dell’Australian Securities and Investments Commission (ASIC”).

Selezionando uno di questi organismi di regolamentazione, verranno visualizzate le informazioni corrispondenti su tutto il sito web. Se vuoi visualizzare le informazioni per un organismo di regolamentazione diverso, selezionalo. Per maggiori informazioni, clicca qui.

**Soggetto a termini e condizioni. Consulta la polizza integrale per maggiori dettagli.

 

Ti sei perso?

Abbiamo rilevato che sei sul sito . Dal momento che ti stai collegando dall’, valuta se effettuare nuovamente l’accesso al sito , soggetto alle misure di intervento sul prodotto dell’. Pur rimanendo libero di navigare su queste pagine su tua esclusiva iniziativa, visualizzando il sito per il tuo paese potrai consultare le informazioni di regolamentazione pertinenti e le protezioni fornite dall’azienda scelta. Vuoi essere reindirizzato al sito ?