La settimana che ci aspetta: L’OPEC si riunisce per discutere le estensioni del taglio alla produzione e la pubblicazione dei dati sui nonfarm payroll degli Stati Uniti

L’OPEC e gli alleati si riuniscono questa settimana per discutere come procedere al meglio in quello che è stato un anno molto complicato per il petrolio. Questo come influenzerà il futuro del mercato dell’energia? Verranno inoltre resi noti i dati sui nonfarm payroll statunitensi per il mese di novembre, che mostreranno quanti eventuali nuovi posti di lavoro sono entrati nell’economia statunitense il mese scorso.

Gli incontri dell’OPEC 

Il destino dei mercati petroliferi del 2021 è nelle mani dell’OPEC poiché la 180° Conferenza OPEC si terrà lunedì 30 novembre.

Martedì 1 dicembre seguirà la dodicesima riunione ministeriale OPEC e non OPEC.

È probabile che le estensioni dei tagli alla produzione dominino l’agenda di questo ultima serie di colloqui. L’OPEC ha già ridotto la produzione a livelli record nel 2020, e contava di risollevare i livelli da gennaio 2021.

Ora tutto questo sembra improbabile che avvenga. Al contrario, Reuters riferisce che il gruppo e i relativi alleati voteranno probabilmente per un’estensione dei tagli alla produzione anche nel nuovo anno.

“I ministri del gruppo OPEC+ probabilmente accetteranno di estendere la produzione attuale per il primo trimestre del 2021”, ha detto a Reuters un delegato dell’OPEC in merito alla politica per il prossimo anno.

“Ci sono ancora alcune sfide da affrontare, ma spero che il vaccino cambierà presto il quadro”, ha detto.

L’obiettivo di gennaio era quello di aumentare la produzione di 2 milioni di barili al giorno, che corrisponde a circa il 2% del consumo mondiale di petrolio. I membri dell’OPEC stanno attualmente tagliando la produzione di 7,7 milioni di barili al giorno. I tagli previsti per gennaio avrebbero portato i volumi di produzione fino a 5,7 milioni di barili al giorno.

Mentre le notizie relative ai vari vaccini con livelli di efficacia molto elevati hanno dato un barlume di speranza ai produttori di petrolio, è improbabile che la domanda di petrolio aumenterà davvero fino alla seconda metà del 2021. Questo perché la vaccinazione di massa richiederà un po’ di tempo per essere diffusa completamente, anche se i vaccini potranno ottenere un’approvazione di emergenza da parte delle autorità e una rapida distribuzione nei prossimi mesi.

Per ora, la domanda rimane soffocata a causa della seconda ondata della pandemia.

Un altro fattore che l’OPEC dovrà affrontare è la conformità. Anche se una riunione pre-conferenza del 17 novembre ha confermato la piena conformità dei membri con i tagli dell’OPEC, non tutti gli Stati membri hanno recepito questa direttiva.

Ad esempio, la Libia ha affermato che non si impegnerà per ulteriori tagli fino a quando i suoi volumi di produzione non raggiungeranno 1,7 milioni di barili al giorno. Attualmente la produzione libica vale 1,25 milioni di barili al giorno, dopo la riapertura di uno dei suoi più importanti campi petroliferi. Anche l’Iraq è già inadempiente e si prevede che rimarrà tale.

Questo potrebbe diventare un punto cruciale nei negoziati della prossima settimana.

Cosa significherà tutto ciò per i prezzi del petrolio? Difficile dirlo a questo punto. Le notizie sui vaccini hanno già determinato una modifica dei prezzi. La settimana scorsa, i prezzi del greggio sono saliti ai massimi da marzo, scrollandosi di dosso una situazione che durava da diversi mesi, con il Brent superiore a 48 USD e il WTI che ha raggiunto quota 46 USD.

Rapporto sui nonfarm payroll statunitensi 

Venerdì 4 dicembre verranno pubblicati i dati sui nonfarm payroll statunitensi (NFP) di novembre. Si tratta di un indicatore relativo alla crescita o al calo dei posti di lavoro nell’economia statunitense per quel dato mese.

Il mese di novembre ha confermato la tendenza al rialzo osservata nei due mesi precedenti?

Il numero degli impiegati è aumentato di 638.000 unità in ottobre, mentre a settembre il numero dei nuovi posti di lavoro era aumentato di 672.000 (dato rivisto rispetto ai 661.000 comunicato inizialmente), superando così le 600.000 unità che si aspettava il mercato.

Ciò nonostante, l’epidemia sembra essere non ancora sotto controllo negli Stati Uniti. La settimana scorsa sono stati registrati più di un milione di nuovi casi e 85.000 nuove ospedalizzazioni in tutto il Paese.

Tuttavia, gli Stati Uniti sono decisi a mantenere aperte le imprese e l’economia. Il presidente eletto Joe Biden ha cercato di evitare la frase “lockdown”, il che è stato interpretato come una possibile intenzione della sua amministrazione di mantenere regole “morbide” una volta che entrerà in carica nel gennaio 2021.

Il dottor Vivek Murthy, un ex chirurgo statunitense, tra i principali consiglieri sanitari del presidente eletto Joe Biden, ha parlato di un possibile lockdown generale come “l’ultima risorsa”, mostrando un atteggiamento degli Stati Uniti verso restrizioni più moderate.

Gli Stati Uniti riusciranno a sopportare la tensione dovuta alla pandemia?

I principali dati economici

Date  Time (GMT)  Currency  Event 
Sun Nov 29  11.50pm  JPY  Retail Sales Y/Y 
       
Mon Nov 30  1.00am  CNH  Manufacturing PMI 
       
  8.00am  CHF  KOF Economic Barometer 
       
  All day  All  OPEC Meetings 
       
  All Day   EUR  Eurogroup Meetings 
       
  2.45pm  USD  Chicago PMI 
       
  3.00pm  USD  Pending Home Sales m/m 
       
Tues Dec 01  3.30am  AUD  Cash Rate 
       
  3.30am  AUD  RBA Rate Statement 
       
  09.30am  GBP  Final Manufacturing PMI 
       
  All Day  All  Opec-JMMC Meetings 
       
  1.30pm  CAD  GDP m/m 
       
  2.30pm  CAD  Manufacturing PMI 
       
  3.00pm  USD  ISM Manufacturing PMI 
       
Wed Dec 02  12.30am  AUD  GDP q/q 
       
  1.15pm  USD  ADP Nonfarm Employment Change 
       
Thu Dec 03  1.30pm  USD  Unemployment Change 
       
  3.00pm  USD  ISM Services PMI 
       
Fri Dec 04  1.30pm  CAD  Employment Change 
       
  1.30pm  CAD  Unemployment Rate 
       
  1.30pm  USD  Average Hourly Earnings m/m 
       
  1.30pm  USD  Nonfarm Employment Change 
       
  1.30pm  USD  Unemployment Rate 

 

I principali rapporti sugli utili di questa settimana

Date  Company  Event 
Mon Nov 30  Zoom Video Communication  Q3 2021 Earnings 
     
Tues Dec 01  Salesforce  Q3 2021 Earnings 
  Scotiabank (Bank of Nova Scotia)  Q3 2021 Earnings 
  Bank of Montreal  Q4 2021 Earnings 
  China Gas Holdings LtdShs  Q2 2021 Earnings 
  Hewlett Packard Enterprise Co.  Q4 2020 Earnings 
     
Weds Dec 02  Royal Bank of Canada  Q4 2020 Earnings 
  Snowflake Ink  Q3 2021 Earnings 
  CrowdStrike  Q3 2021 Earnings 
  Synopsys Inc  Q3 2021 Earnings 
  Splunk Inc  Q3 2021 Earnings 
  Okta Inc  Q3 2021 Earnings 
  Elastic B.V.   Q2 2021 Earnings 
  National Bank of Canada  Q4 2020 Earnings 
  Zscaler Inc  Q1 2021 Earnings 
     
Thu Dec 03  Toronto-Dominion Bank  Q4 2020 Earnings 
  Dollar General Corporation  Q3 2020 Earnings 
  DocuSign Inc  Q3 2021 Earnings 
  Canadian Imperial Bank of Commerce (CIBC)  Q4 2020 Earnings 
  Marvell Technology Group Ltd  Q3 2021 Earnings 
  Kroger  Q3 2020 Earnings 
  Copper Cos. Inc  Q4 2020 Earnings 
  Ulta Beauty Inc  Q3 2020 Earnings 

La settimana che ci aspetta: Focus sul PIL del Regno Unito: i dati sul lavoro aiuteranno ad allentare i dubbi sulla ripresa?

Questa settimana sono attesi molti dati sulla crescita e sul mercato del lavoro per migliorare ulteriormente il quadro dell’economia globale, mentre i dati sul sentiment potrebbero fornire un po’ di chiarezza sulle prospettive future. La Reserve Bank of New Zealand annuncerà le sue ultime decisioni politiche, e i mercati petroliferi potrebbero vedere una maggiore volatilità nei rapporti dell’Agenzia Internazionale dell’Energia e dell’OPEC.

Il PIL del secondo trimestre del Regno Unito: un calo minore ma una ripresa più lunga?

La prima stima sul PIL britannico nel secondo trimestre è attesa per mercoledì. Gli analisti hanno previsto un calo del 20,4% sul trimestre. La settimana scorsa la Bank of England ha affermato di ritenere che il calo del secondo trimestre sarà “meno grave” di quanto inizialmente previsto, anche se l’arco di tempo necessario alla ripresa è stato prolungato.

Questa settimana è prevista anche una seconda lettura del PIL dell’Eurozona: stando alle stime preliminari, l’economia ha registrato un calo record del 12,1% tra aprile e giugno e stavolta non si prevedono cambiamenti.

I dati chiave sul mercato del lavoro mentre crescono le domande sul ritmo della ripresa

I dati sull’occupazione rimangono uno degli strumenti di misurazione più importanti utilizzati per determinare la ripresa economica dal Covid-19, e questi dati sono minacciati da nuovi blocchi nelle principali città e regioni delle più grandi economie del mondo.

I dati sul tasso di disoccupazione nel Regno Unito attualmente si attestano al 3,9% ma alcuni analisti si aspettano che i dati per il mese di giugno mostrino una crescita al 6%. Le ultime previsioni della Bank of England prevedono che il tasso di disoccupazione raggiungerà il 7,5% entro la fine dell’anno. Saranno disponibili anche i dati relativi alle richieste dei sussidi di disoccupazione per il mese di luglio.

Anche l’Australia pubblica i dati mensili sui tassi di variazione dell’occupazione e della disoccupazione, mentre i dati settimanali sulle richieste di sussidio di disoccupazione negli Stati Uniti restano al centro dell’attenzione.

I nuovi blocchi hanno colpito il sentiment dei consumatori e delle imprese?

Questa settimana i dati sul sentiment dei consumatori e delle imprese includono gli indici australiani NAB Business Confidence e Westpac Consumer Confidence, quelli dell’Eurozona e della Germania ZEW Economic Sentiment, e il più recente indice americano sul Consumer Sentiment dell’Università del Michigan. Il sentiment potrebbe aver preso una brutta piega a causa delle nuove restrizioni messe in atto per aiutare a controllare la diffusione del virus.

Inoltre, da segnalare questa settimana i tassi di inflazione e le vendite al dettaglio in Cina e negli Stati Uniti.

La decisione sui tassi di interesse della Reserve Bank of New Zealand

I recenti dati economici suggeriscono che la Reserve Bank of New Zealand potrebbe non avere la necessità di apportare ulteriori adeguamenti alle sue politiche in questo periodo, anche se un aumento delle scommesse sugli hedge fund contro la Nuova Zelanda indica che gli esperti si aspettano più incentivi nel prossimo futuro.

I dati sull’occupazione del secondo trimestre hanno mostrato un calo degli occupati molto inferiore alle attese e, grazie a una revisione al rialzo dei dati del primo trimestre, il tasso di disoccupazione è rimasto inaspettatamente stabile al 4%.

Anche le aspettative sull’inflazione delle imprese sono aumentate dall’1,2% all’1,4%, il che significa che le prospettive sono migliorate per entrambe le aree che la Reserve Bank of New Zealand è tenuta a considerare.

Le relazioni sui mercati petroliferi dell’EIA e dell’OPEC

Oltre ai dati settimanali sulle scorte di greggio dell’EIA statunitense, gli operatori nel settore delle materie prime vorranno anche osservare gli ultimi rapporti sul mercato petrolifero dell’Agenzia Internazionale dell’Energia e dell’OPEC.

I recenti dati sulle scorte petrolifere provenienti dagli Stati Uniti sono stati rialzisti, e hanno mostrato un forte pareggio nelle ultime due settimane. Gli operatori attendono di vedere che l’EIA e l’OPEC si aspettino una continua ripresa della domanda.

In evidenza su XRay questa settimana

Leggi il programma completo dell’analisi e formazione del mercato finanziario.

07.15 UTC Daily European Morning Call
17.00 UTC 10-⁠Aug Blonde Markets
From 15.30 UTC 11⁠-⁠Aug Weekly Gold, Silver, and Oil Forecasts
17.00 UTC 13-⁠Aug Election2020 Weekly
12.00 UTC 14⁠-⁠Aug Marketsx Platform Walkthrough

Eventi economici principali

Presta attenzione agli eventi più importanti sul calendario economico di questa settimana:

01.30 GMT 10-Aug China Inflation Rate
After-Market 10-Aug Occidental Petroleum
01.30 GMT 11-Aug Australia NAB Business Confidence
06.00 GMT 11-Aug UK Claimant / Employment Change & Unemployment Rate
09.00 GMT 11-Aug Eurozone / Germany ZEW Economic Sentiment
02.00 GMT 12-Aug RBNZ Interest Rate Decision
06.00 GMT 12-Aug UK Preliminary Q2 GDP
09.00 GMT 12-Aug Eurozone Industrial Production
Pre-Market 12-Aug Tencent Holdings – Q2 2020
12.30 GMT 12-Aug US Inflation Rate
14.30 GMT 12-Aug US EIA Crude Oil Inventories
12-Aug OPEC Monthly Oil Market Report
After-Market 12-Aug Cisco Inc – Q4 2020
01.30 GMT 13-Aug Australia Employment Change / Unemployment Rate
06.00 GMT 13-Aug Germany Finalised Inflation
08.00 GMT 13-Aug International Energy Agency Oil Market Report
12.30 GMT 13-Aug Initial Jobless Claims
14.30 GMT 13-Aug US EIA Natural Gas Storage
02.00 GMT 14-Aug China Industrial Production and Retail Sales
09.00 GMT 14-Aug Eurozone Q2 GDP 2nd Estimate
12.30 GMT 14-Aug US Retail Sales
14.00 GMT 14-Aug University of Michigan Sentiment Index

CySEC (Europa)

Prodotto

  • CFD
  • Negoziazione di azioni
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Compensazione FSCS per l’Investitore fino a EUR 20.000
  • Copertura assicurativa da €1.000.000**
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com, gestito da Safecap Investments Limited (“Safecap”) Regolamentato dalla CySEC con licenza numero 092/08 e dalla FSCA con licenza numero 43906.

FSC (Globale)

Prodotto

  • CFD
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Verifica elettronica
  • Protezione dal Saldo Negativo
  • Copertura assicurativa da $1.000.000**

Markets.com, gestito da Finalto (BVI) Limited (“Finalto BVI”) Tiene la licencia número SIBA/L/14/1067 regolamentato dalla B.V.I Financial Services Commission (“FSC").

FCA (Gran Bretagna)

Prodotto

  • CFD
  • Le spread bet
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Indennizzo agli investitori della FSCS fino a GBP85.000. *a seconda di criteri ed idoneità
  • Copertura assicurativa da £1.000.000**
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com gestito da Finalto Trading Limited Regolamentato dalla Financial Conduct Authority (“FCA”) con licenza n.607305

ASIC (Australia)

Prodotto

  • CFD

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Verifica elettronica
  • Protezione dal Saldo Negativo
  • Copertura assicurativa da $1.000.000**

Markets.com, gestito da Finalto (Australia) Pty Limited Detiene una licenza per i servizi finanziari australiana n. 424008 ed è regolamentata nella fornitura di servizi finanziari dell’Australian Securities and Investments Commission (ASIC”).

Selezionando uno di questi organismi di regolamentazione, verranno visualizzate le informazioni corrispondenti su tutto il sito web. Se vuoi visualizzare le informazioni per un organismo di regolamentazione diverso, selezionalo. Per maggiori informazioni, clicca qui.

**Soggetto a termini e condizioni. Consulta la polizza integrale per maggiori dettagli.

 

Ti sei perso?

Abbiamo rilevato che sei sul sito . Dal momento che ti stai collegando dall’, valuta se effettuare nuovamente l’accesso al sito , soggetto alle misure di intervento sul prodotto dell’. Pur rimanendo libero di navigare su queste pagine su tua esclusiva iniziativa, visualizzando il sito per il tuo paese potrai consultare le informazioni di regolamentazione pertinenti e le protezioni fornite dall’azienda scelta. Vuoi essere reindirizzato al sito ?