La settimana che ci aspetta: Speciale sulle elezioni americane

Le elezioni presidenziali e del Senato degli Stati Uniti saranno l’evento principale della prossima settimana, ma terremo d’occhio anche le riunioni della Federal Reserve e della Banca d’Inghilterra.

Le elezioni americane 2020

L’unico evento di rilievo (o quasi) sono le elezioni americane di martedì. Anche se normalmente ci si aspetterebbe un risultato subito dopo la chiusura dei seggi, nessuno ha la certezza di quando sapremo chi sarà il prossimo presidente in carica alla Casa Bianca. Joe Biden conserva un vantaggio importante nei sondaggi a livello nazionale, ma il divario è più ridotto negli Stati chiave che determineranno il vincitore. Donald Trump potrebbe ancora sorprendere i sondaggisti. Nel frattempo, la corsa al Senato è altrettanto imminente, e potrebbe essere a sua volta importante per l’idea che il mercato potrebbe ottenere un accordo di incentivi immediatamente dopo.

A favorire la rapida volatilità nei prezzi dei futures e potenzialmente in alcuni mercati FX sarà il modo in cui verranno effettuate le convocazioni nei singoli Stati. Con alcuni Stati che elaborano le schede di persona prima del conteggio di quelle postali e con altri che consentono ai voti postali di arrivare dopo il 3 novembre (a condizione che siano timbrati entro questa data), il rischio è quello di avere un campione di dati impreciso e irregolare quando i sondaggi sulla costa occidentale verranno chiusi. Senza ’è un risultato chiaro, o con un risultato contestato, è legittimo aspettarsi che la volatilità aumenti di nuovo.

Lunedì terremo uno speciale webinar pre-elettorale e mercoledì seguiremo le reazioni dei mercati dal vivo.

Federal Reserve

Sulla scia delle elezioni statunitensi di mercoledì arriva la due giorni di novembre del Federal Open Market Committee (FOMC), in cui i responsabili politici non dovrebbero annunciare nessun cambiamento di rilievo. I mercati cercheranno di fare ulteriore chiarezza su come i responsabili politici stanno approcciando il nuovo quadro di riferimento per l’inflazione media. I verbali della riunione di settembre hanno sottolineato che, sebbene i tassi resteranno bassi a lungo, i funzionari sono desiderosi di mantenere un certo grado di flessibilità sull’orientamento futuro e non vogliono impegnarsi incondizionatamente a mantenere i tassi a terra.  La dichiarazione del FOMC e la conferenza stampa con Jay Powell si terranno giovedì.

Banca d’Inghilterra

In seguito, nella giornata di giovedì, la Banca d’Inghilterra pubblicherà la dichiarazione sulla sua politica monetaria, con le aspettative che i tassi diventeranno negativi. La Banca d’Inghilterra sta gettando le basi per una politica fatta di tassi di interesse negativi. In una lettera inviata alle banche commerciali il 12 ottobre il vice governatore Sam Woods ha chiesto alle aziende di dettagliare la loro “attuale disponibilità ad gestire un tasso bancario pari a zero, un tasso bancario negativo o un sistema a più livelli di remunerazione delle riserve – e i passi necessari da intraprendere per prepararsi all’attuazione di questi tassi”. La lettera rileva che “il settore finanziario … dovrebbe essere pronto operativamente ad implementarli in un modo che non influisca negativamente sulla sicurezza e sulla solidità delle imprese”, e spiega che “il Monetary Policy Committee potrà ritenere opportuno scegliere varie opzioni in base alla situazione in quel momento ”. Tale lettera arriva dopo che i dettagli dell’ultimo incontro politico hanno mostrato che la Banca d’Inghilterra sta attivamente considerando l’ipotesi di tassi negativi, mentre Andrew Bailey si è preoccupato di sottolineare che questo non significa necessariamente che si andrà in quella direzione.

C’è un’evidente discussione in questo momento all’interno del Monetary Policy Committee (MPC) della Banca a cui si sta assistendo in pubblico. A settembre il vice governatore Dave Ramsden ha pubblicato una nota precauzionale solo un giorno dopo che Silvana Tenreyro aveva apertamente sostenuto tassi negativi. Sembra che ci siano alcune chiare controversie ideologiche tra i decisori dei tassi che dovranno essere risolte durante l’autunno, il che implica, come Andrew Bailey ha suggerito, che i tassi negativi non sono immediatamente all’orizzonte, anche se la loro attuazione viene valutata attivamente. Per la Banca d’Inghilterra il vero problema sarebbero nuovi blocchi e/o una crisi legata alla disoccupazione nel periodo che si avvicina a Natale, elementi che potrebbero esercitare pressioni sulle azioni del Monetary Policy Committee.

RBA

Durante la sua riunione di questa settimana, la Reserve Bank of Australia potrebbe tagliare i tassi di interesse per la prima volta da marzo, mentre i mercati prevedono sempre più una riduzione del tasso di cassa dallo 0,25% allo 0,1%. La RBA ha lasciato fermi i tassi di interesse nel mese di ottobre, evitando un taglio sotto lo 0,25%, ma mantenendo un orientamento decisamente accomodante, ad indicare che quest’anno potrebbe essere deciso un ulteriore taglio. La RBA ha affermato che manterrà una politica monetaria morbida “per tutto il tempo necessario” e non aumenterà l’obiettivo del tasso di cassa fino a quando non saranno stati compiuti progressi verso una piena occupazione, ed è fiduciosa che l’inflazione sarà sostenibile entro l’obiettivo del 2-3%. Ha mantenuto aperte le sue opzioni e ha sottolineato che continuerà a prendere in considerazione un ulteriore easing monetario.

Dati economici

La maggior parte (se non tutti) i dati economici sono da considerarsi obsoleti a causa della ricomparsa del virus e delle restrizioni, così come il panorama politico negli Stati Uniti probabilmente è cambiato anche se Donald Trump resterà ancora il presidente. Ciò nonostante, i mercati seguiranno gli ultimi PMI e nonfarm payrolls degli Stati Uniti.

I principali dati economici di questa settimana

Apri il calendario economico nella piattaforma per consultare la lista completa degli eventi.

Date  Event 
2-Nov  China Caixin manufacturing PMI 
2-Nov  UK manufacturing PMI 
2-Nov  US ISM manufacturing PMI 
3-Nov  US ELECTION 
3-Nov  Reserve Bank of Australia monetary policy decision 
3-Nov  New Zealand unemployment rate 
4-Nov  US ELECTION RESULTS EXPECTED 
4-Nov  US ADP employment change 
4-Nov  US ISM manufacturing PMI 
4-Nov  EIA crude oil inventories 
5-Nov  Bank of England monetary policy decision 
5-Nov  US weekly initial jobless claims 
5-Nov  FOMC statement and press conference 
6-Nov  RBA statement 
6-Nov  US nonfarm payrolls 
6-Nov  Canada Ivey PMI 

 

I principali rapporti sugli utili di questa settimana

Non dimenticarti di seguire il nostro Speciale quotidiano sulla stagione degli utili su XRay per avere altri aggiornamenti

Date  Company   
2-Nov  PayPal Inc  Q3 2020 Earnings 
2-Nov  Estée Lauder  Q1 2021 Earnings 
2-Nov  Mondelez  Q3 2020 Earnings 
3-Nov  Aramco (Saudi-Aramco)  Q3 2020 Earnings 
3-Nov  Ferrari N.V.  Q3 2020 Earnings 
3-Nov  Bayer  Q3 2020 Earnings 
4-Nov  QUALCOMM Inc.  Q4 2020 Earnings 
5-Nov  T-Mobile US Inc  Q3 2020 Earnings 
5-Nov  AstraZeneca PLC  Q3 2020 Earnings 
5-Nov  Bristol-Myers Squibb Co.  Q3 2020 Earnings 
5-Nov  Linde plc  Q3 2020 Earnings 
5-Nov  Enel S.p.A.  Q3 2020 Earnings 
5-Nov  Zoetis Inc (A)  Q3 2020 Earnings 
5-Nov  Square  Q3 2020 Earnings 
5-Nov  Barrick Gold Corp.  Q3 2020 Earnings 
6-Nov  Toyota Motor Corp.  Q2 2021 Earnings 
6-Nov  CVS Health Corp  Q3 2020 Earnings 
6-Nov  Richemont  Q2 2021 Earnings 

 

La settimana che ci aspetta: I ricavi di Tesla e Netflix sono guidano il comparto tecnologico

Questa settimana la stagione degli utili entra nel vivo a Wall Street con Tesla che ha annunciato i risultati del trimestre appena terminato dopo aver consegnato un numero record di veicoli durante il trimestre. Netflix, il canale a pagamento più seguito durante il Covid, aggiornerà il mercato sulle performance dei suoi utili trimestrali e sui nuovi abbonati. Per il resto i dati prenderanno forma questa settimana con il focus sui PMI flash di venerdì.

Tesla

Quest’anno Le azioni di Tesla  sono cresciute del 450% circa, e la società ha aumentato vendite e profitti, facendo evaporare le preoccupazioni sul suo bilancio. Mercoledì l’azienda riferirà i dati sul terzo trimestre, e gli investitori si aspettano forti guadagni grazie al numero record di consegne nel corso degli ultimi tre mesi. Tesla ha consegnato 139.300 veicoli nel terzo trimestre e ne ha prodotti 145.036. Questa cifra ha segnato un aumento significativo rispetto alle circa 90.000 unità consegnate nel secondo trimestre.

L’analista di Baird Ben Kallo ha recentemente aumentato del 25% il suo target di prezzo su TSLA. In una nota che ribadisce un rating neutro che ha avuto nei riguardi del titolo sin da gennaio, l’analista ha innalzato aumentato il target di prezzo da 360 USD a 450 USD. Egli ritiene che la società possa iniziare a concentrarsi nuovamente sugli investimenti per la crescita dopo l’aumento del valore del titolo.

Kallo ha scritto: “abbiamo riscontrato un maggiore interesse in entrata per TSLA, che spiega i movimenti rialzisti e ribassisti”. “È interessante notare che abbiamo riscontrato che gli investitori si concentrano sempre di più sugli scenari a lungo termine, dal 2025 in poi, in netto contrasto con alcuni mesi fa, quando l’attenzione era concentrata sul trimestre in arrivo”. Gli analisti restano divisi su Tesla, con 7 valutazioni Buy, 10 Sell e 13 Hold/Neutral.

 

Netflix

Un importante dato per il mercato sarà il numero di nuovi abbonati che Netflix è riuscita a raccogliere nel terzo trimestre. I lockdown in tutto il mondo hanno dato un enorme impulso nella prima metà del 2020, con il numero dei nuovi abbonati cresciuto da 12 a 26 milioni rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La società ha previsto 2,5 milioni di nuovi abbonamenti nel terzo trimestre, contro i 6,8 milioni del trimestre precedente, poiché il forte aumento del primo semestre ha probabilmente rallentato la domanda nella seconda metà dell’anno. Tuttavia, potrebbe trattarsi di una stima molto prudente e Netflix potrebbe abbondantemente superare la cifra prevista.

Gli investitori guarderanno anche al consumo di cassa, mentre le produzioni iniziano a ripartire; l’investimento in contenuti è un costo, ma è anche visto come una leva importante per Netflix per superare i rivali in uno spazio sempre più competitivo. “L’investimento nella libreria di nuovi contenuti di Netflix ha permesso all’azienda di trasformarsi da una piattaforma per guardare le repliche a una fonte di contenuti di qualità originali, fino a diventare il palcoscenico preferenziale per alcune delle più importanti film in anteprima, il che rende questo servizio una parte essenziale di qualsiasi pacchetto di intrattenimento per i consumatori”, hanno affermato gli analisti di Cannacord all’inizio di quest’anno.

Goldman Sachs, che in precedenza aveva fatto notare che “gli enormi investimenti nei contenuti, l’ecosistema di distribuzione globale e il miglioramento della posizione competitiva porteranno ulteriormente i risultati finanziari significativamente al di sopra delle aspettative”, ha recentemente incrementato il suo target di prezzo sul titolo passando da 600 USD a 670 USD, indicando i risultati superiori alle aspettative del terzo trimestre come probabile fattore rialzista.

Non dimenticarti di seguire il nostro Speciale quotidiano sulla stagione degli utili su XRay per avere altri aggiornamenti.

Dati economici

I dati economici globali sono piuttosto scarsi. Il focus sarà sulla stagione degli utili a Wall Street che potrà fornire un’indicazione per i mercati. Essendo con tutta probabilità la Cina l’unico paese a crescere quest’anno, il dati sul suo PIL, sulla produzione industriale e sugli investimenti in immobilizzazioni previsti per lunedì aiuteranno a dare una direzione ai mercati all’inizio della settimana. I dati sulle vendite al dettaglio e sull’inflazione nel Regno Unito saranno analizzati per scovare eventuali indizi sul fatto che la Banca d’Inghilterra potrebbe adottare tassi di interesse negativi, dopo aver inviato una lettera alle banche chiedendo la loro disponibilità ad accettare tassi al di sotto dello zero. Venerdì saranno pubblicati i PMI manifatturiero e dei servizi flash per Stati Uniti, Regno Unito, Eurozona, Giappone e Australia. Questi dati aiuteranno a capire se lo slancio della riapertura sta svanendo rapidamente al crescere dei timori ribassisti.

Un occhio sulle elezioni

Infine, gli investitori dovranno guardare con attenzione alle elezioni americane, con il tema della possibile vittoria dei democratici che potrebbe scatenare un’ondata di stimoli fiscali sul mercato. I dati dei sondaggi hanno rivelato che Joe Biden ha un buon margine su Donald Trump. Tuttavia il suo vantaggio negli stati chiave che decideranno le elezioni è molto più risicato. Inoltre, va detto che quattro anni fa Trump in questo periodo era messo anche peggio, se si pensa agli stati più importanti. La corsa per il Senato sta assumendo ulteriore interesse, dato il presupposto che Biden trionferà: un Senato repubblicano potrebbe seriamente ostacolare gli sforzi di riforma. C’è da aspettarsi un aumento della volatilità con l’avvicinarsi delle elezioni, ma come hanno sottolineato la settimana scorsa gli amici di BlondeMoney, i timori per un risultato contestato potrebbero essere esagerati.

 

I principali dati economici di questa settimana

Date  Event 
Oct 19th  China GDP, fixed asset investment, industrial production 
Oct 19th  BOC business outlook survey 
Oct 20th  RBA meeting minutes 
Oct 21st  UK CPI inflation 
Oct 21st  Canada CPI, retail sales 
Oct 21st  US crude oil inventories 
Oct 21st  Fed Beige Book 
Oct 22nd  German Gfk consumer climate 
Oct 22nd  US weekly initial jobless claims 
Oct 22nd  US CB leading index 
Oct 22nd  Nat gas storage 
Oct 22nd  New Zealand CPI inflation 
Oct 23rd  Flash PMIs – AUS, EZ, Japan, UK, US 
Oct 23rd  UK retail sales 

 

I principali rapporti sugli utili di questa settimana

Non dimenticarti di seguire il nostro Speciale quotidiano sulla stagione degli utili su XRay per avere altri aggiornamenti.

Date  Company 
Oct 20th   Procter & Gamble 
Oct 20th   Netflix 
Oct 21st  Tesla 
Oct 21st  Verizon 
Oct 22nd  Amazon* 
Oct 22nd  Intel 
Oct 22nd  Coca-cola 
Oct 22nd  AT&T 
Oct 21st   NextEra Energy 
Oct 20th   Lockheed Martin  
Oct 23rd  American Express 
Oct 23rd  Daimler 
Oct 21st  Biogen 
Oct 19th   Philips 
Oct 20th   UBS 
Oct 20th   Snap (Snapchat) 
Oct 19th   IBM 
Oct 22nd  Valero Energy 
Oct 20th   Vinci 
Oct 20th   Reckitt Benckiser 
Oct 21st   Countrywide 
Oct 21st   William Hill 
Oct 21st   Metro Bank 
Oct 21st   Centamin 

*Slated for this date 

 

 

La settimana che ci aspetta: Trump e Biden si affrontano nel primo dibattito presidenziale

E’ una settimana importante per i mercati finanziari, perché martedì si terrà il primo dibattito per la presidenza degli Stati Uniti. Donald Trump ha speso molto tempo ad attaccare le capacità mentali di “Sleepy Joe” (“Joe l’addormentato”), ma ha volutamente posto l’asticella troppo in basso per il suo avversario, o gli strafalcioni verbali di Biden lo vedranno mettere su uno spettacolo scadente?

Dopo che i due candidati avranno discusso sull’economia, riceveremo un altro aggiornamento sul mercato del lavoro quando venerdì verrà pubblicato il rapporto sui nonfarm payrolls.

Probabili fuochi d’artificio al primo dibattito per la presidenza degli Stati Uniti

I rischi principali che gravano attorno alle elezioni presidenziali statunitensi aumenteranno questa settimana poiché il presidente Donald Trump e il candidato democratico Joe Biden si preparano al primo dibattito presidenziale il 29 settembre. Gli argomenti possono cambiare in base agli ultimi eventi, ma al momento della stesura la commissione di dibattito ha annunciato il seguente programma:

  • Le testimonianze di Trump e Biden
  • La Corte Suprema
  • Il Covid-19
  • L’economia
  • Razza e violenza nelle nostre città
  • L’integrità dell’elezione

Si tratta di un elenco pieno di punti controversi. Tuttavia, anche con argomenti così importanti, riusciranno i dibattiti a far oscillare l’opinione di un elettorato così altamente polarizzato?

Biden sopravanza Trump del 7,1% nei sondaggi nazionali, in base ai nostri esperti di sondaggi elettorali. Si è parlato molto della sua età e dei suoi strafalcioni verbali, e c’è il rischio che si ritrovi soverchiato dallo stile comunicativo aggressivo di Trump.

Tuttavia, grazie a mesi in cui il presidente ha attaccato le abilità mentali di “Sleepy Joe”, alcuni repubblicani temono che Trump abbia effettivamente fissato un livello troppo basso per Biden.

I nonfarm payroll

Pochi giorni dopo il dibattito tra Trump e Biden sullo stato dell’economia, potremo osservare da un altro lato la salute del mercato del lavoro. Ad agosto la crescita dei salari è stata leggermente inferiore alle previsioni, attestandosi a 1,371 milioni contro le aspettative di 1,4 milioni.

Degli oltre 22 milioni di americani che hanno perso il lavoro all’inizio della pandemia, 11,5 milioni sono ancora senza lavoro. C’è ancora molta strada da fare prima che il mercato del lavoro si riprenda e alcuni analisti si aspettano che il numero dei nuovi posti di lavoro sia nuovamente calato.

L’inflazione, gli indici Caixin e ISM, i dati sulla crescita definitivi

Tra gli altri dati al centro dell’attenzione la prossima settimana ci saranno i rapporti sull’inflazione flash della Germania e dell’Eurozona e il l’indice cinese Caixin Manufacturing PMI. Giovedì sarà una giornata campale per i dati americani, con un’agenda composta dal core PCE, dai dati sui redditi personali e sulla spesa personale, dalle nuove richieste di sussidio di disoccupazione e dai rinnovi, e infine dall’indice PMI manifatturiero ISM.

I dati definitivi relativi alla crescita trimestrale degli Stati Uniti e del Regno Unito e quelli relativi agli indici PMI manifatturieri dagli Stati membri dell’eurozona e dal Regno Unito potrebbero suscitare un certo interesse qualora tali dati differissero notevolmente dalle letture iniziali.

Utili: McCormick, Micron, PepsiCo, Constellation Brands

Martedì ci saranno gli ultimi rapporti sugli utili da parte di McCormick & Co prima dell’apertura della borsa di New York e di Micron Technology dopo la sua chiusura.

McCormick ha perso il 12% dal massimo raggiunto il primo settembre, ma resta sempre sopra del 65% rispetto ai minimi del mese di marzo. Sia gli hedge fund che i company insider hanno venduto il titolo di recente, che è scambiato al 9% in meno rispetto al suo obiettivo di prezzo medio a Wall Street.

D’altro canto, Micron Technology registra un guadagno del 27%, sebbene anch’essa abbia patito forti vendite nell’ultimo trimestre.

Giovedì sia PepsiCo che Constellation Brands pubblicheranno i propri rapporti prima dell’inizio della sessione di scambi. Dopo il recupero di marzo PepsiCo ha faticato a mantenersi sopra i livelli di apertura, e attualmente segna più di un -4% sull’anno. E’ possibile scaricare le ultime ricerche sul titolo da parte di Thompson Reuters sulla piattaforma.

Constellation Brands è rimasta virtualmente piatta per tutto l’anno. Gli analisti prevedono un rialzo del 9% per il titolo.

In evidenza su XRay questa settimana

Leggi il programma completo dell’analisi e formazione del mercato finanziario.

17.00 UTC 28⁠-⁠Sep Blonde Markets
17.00 UTC 29⁠⁠⁠⁠-⁠⁠⁠⁠⁠⁠⁠Sep Webinar: Money Management and Trading Psychology
11.00 UTC 30⁠⁠⁠-⁠⁠⁠⁠⁠⁠⁠Sep Midweek Lunch Wrap
17.00 UTC 01-Oct Election2020 Weekly

Eventi economici principali

Presta attenzione agli eventi più importanti sul calendario economico di questa settimana. Un calendario completo degli eventi economici e aziendali è disponibile sulla piattaforma.

23.50 UTC 28-Sep Bank of Japan Summary of Opinions
Pre-Market 29-Sep McCormick & Co – Q3 2020
12.00 UTC 29-Sep German Flash Inflation
14.00 UTC 29-Sep US CB Consumer Confidence
23.50 UTC 29-Sep Japan Preliminary Industrial Production / Retail Sales
After-Market 29-Sep Micron Technology – Q4 2020
01.45 UTC 30-Sep China Caixin Manufacturing PMI
06.00 UTC 30-Sep UK Finalised Quarterly GDP
09.00 UTC 30-Sep Eurozone Flash Inflation Data
12.30 UTC 30-Sep US Finalised Quarterly GDP
14.30 UTC 30-Sep US EIA Crude Oil Inventories
07.15 – 08.00 UTC 01-Oct Eurozone Final Manufacturing PMIs
08.30 UTC 01-Oct UK Final Manufacturing PMI
Pre-Market 01-Oct PepsiCo – Q3 2020
Pre-Market 01-Oct Constellation Brands – Q2 2021
12.30 UTC 01-Oct US Core PCE, Personal Income, Personal Spending, Jobless Claims
14.00 UTC 01-Oct US ISM Manufacturing PMI
14.30 UTC 01-Oct US EIA Natural Gas Storage
01.30 UTC 02-Oct Australia Retail Sales
12.30 UTC 02-Oct US Nonfarm Payrolls Report
14.00 UTC 02-Oct Finalised University of Michigan Sentiment

La settimana che ci aspetta: La convention repubblicana dà il via alle elezioni presidenziali

La convention repubblicana di questa settimana segna la fine delle scaramucce e l’inizio della campagna vera e propria per la corsa alla Casa Bianca. Dopo aver raggiunto valori record la scorsa settimana, gli investitori stanno guardando con interesse ad un potenziale aumento della volatilità con l’avvicinarsi delle elezioni. Nel frattempo, nei prossimi giorni verranno rilasciati molti dati retrospettivi che potrebbero determinare spostamenti nei mercati.

La convention repubblicana dà il via alle elezioni presidenziali

La convention repubblicana non segnerà solo l’avvio della corsa per le elezioni presidenziali di quest’anno, ma anche la corsa per il candidato del partito repubblicano per il 2024. Le attenzioni del mercato si rivolgeranno sempre di più alla corsa presidenziale di novembre, quando mancano poco più di due mesi al giorno delle elezioni. I Vix futures indicano che gli investitori stanno iniziando ad orientarsi verso una maggiore volatilità con l’avvicinarsi delle elezioni. Scopri tutto ciò che devi sapere sulle elezioni americane e segui la nostra copertura speciale dell’evento.

Dati economici da osservare

Questa settimana saranno molti i dati economici sotto la lente d’ingrandimento. La lettura sulle vendite al dettaglio della Nuova Zelanda darà il via all’apertura dei mercati per la settimana di negoziazione. Martedì esamineremo un paio di eventi programmati in via provvisoria: le audizioni del rapporto sulla politica monetaria del Regno Unito e il rapporto sulla valuta del Ministero del Tesoro statunitense. Di sicuro martedì ci sarà la pubblicazione del rapporto della Conference Board sulla fiducia dei consumatori statunitensi.

Mercoledì è previsto il rapporto settimanale sulle scorte di greggio, nonché gli ordini di beni durevoli negli Stati Uniti e l’attività del settore edilizio in Australia. Giovedì verrà reso noto il numero settimanale di richieste di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti, che è diventato l’indicatore economico ad alta frequenza più osservato. Da tenere d’occhio anche le vendite immobiliari e le cifre preliminari (seconda stima) del PIL.

Venerdì, altri dati dagli Stati Uniti completeranno la settimana. Sulla lista ci sono l’indicatore dell’inflazione preferito dalla Fed (l’indice dei prezzi core PCE), le spese personali, il sentiment dei consumatori dell’Università del Michigan e il l’indice Chicago PMI.

Effettua il login o registrati per vedere il calendario completo degli eventi economici sulla piattaforma.

Gli utili da osservare

Giovedì, il gigante della pubblicità WPP relazionerà sui suoi risultati provvisori per il semestre concluso il 30 giugno. Il colosso dell’advertising rappresenta un utile barometro della fiducia economica. Per far fronte alla pandemia, le grandi aziende hanno ridotto i budget di marketing, e WPP ha già avvisato che quest’anno il contraccolpo sarà duro. Tuttavia, l’azienda rivale Publicis ha riportato un calo del 13% nelle vendite omologhe nel secondo trimestre, molto meglio del -20% che era stato previsto. Quest’anno le azioni di WPP sono in calo di oltre il 40%: Publicis potrebbe dare un indizio sul fatto che il titolo riuscirà a trovare un nuovo corso? Osserveremo con interesse anche l’azienda di recruitment Hays, che giovedì effettuerà il report definitivo, e che spesso è un ottimo indicatore dello stato di salute generale del mercato del lavoro a livello globale.

Martedì sono attesi gli utili di Salesforce.com (CRM) e della relativa crescita del fatturato per il trimestre concluso a luglio. L’utile per azione è previsto 0,7 USD su ricavi di pari a 4,9 miliardi di USD.

CySEC (Europa)

Prodotto

  • CFD
  • Negoziazione di azioni
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Compensazione FSCS per l’Investitore fino a EUR 20.000
  • Copertura assicurativa da €1.000.000**
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com, gestito da Safecap Investments Limited (“Safecap”) Regolamentato dalla CySEC con licenza numero 092/08 e dalla FSCA con licenza numero 43906.

FSC (Globale)

Prodotto

  • CFD
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Verifica elettronica
  • Protezione dal Saldo Negativo
  • Copertura assicurativa da $1.000.000**

Markets.com, gestito da Finalto (BVI) Limited (“Finalto BVI”) Tiene la licencia número SIBA/L/14/1067 regolamentato dalla B.V.I Financial Services Commission (“FSC").

FCA (Gran Bretagna)

Prodotto

  • CFD
  • Le spread bet
  • Costruttore di strategia

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Indennizzo agli investitori della FSCS fino a GBP85.000. *a seconda di criteri ed idoneità
  • Copertura assicurativa da £1.000.000**
  • Protezione dal Saldo Negativo

Markets.com gestito da Finalto Trading Limited Regolamentato dalla Financial Conduct Authority (“FCA”) con licenza n.607305

ASIC (Australia)

Prodotto

  • CFD

  • I fondi dei Clienti sono tenuti in conti bancari separati
  • Verifica elettronica
  • Protezione dal Saldo Negativo
  • Copertura assicurativa da $1.000.000**

Markets.com, gestito da Finalto (Australia) Pty Limited Detiene una licenza per i servizi finanziari australiana n. 424008 ed è regolamentata nella fornitura di servizi finanziari dell’Australian Securities and Investments Commission (ASIC”).

Selezionando uno di questi organismi di regolamentazione, verranno visualizzate le informazioni corrispondenti su tutto il sito web. Se vuoi visualizzare le informazioni per un organismo di regolamentazione diverso, selezionalo. Per maggiori informazioni, clicca qui.

**Soggetto a termini e condizioni. Consulta la polizza integrale per maggiori dettagli.

 

Ti sei perso?

Abbiamo rilevato che sei sul sito . Dal momento che ti stai collegando dall’, valuta se effettuare nuovamente l’accesso al sito , soggetto alle misure di intervento sul prodotto dell’. Pur rimanendo libero di navigare su queste pagine su tua esclusiva iniziativa, visualizzando il sito per il tuo paese potrai consultare le informazioni di regolamentazione pertinenti e le protezioni fornite dall’azienda scelta. Vuoi essere reindirizzato al sito ?